HOME > FOTOGRAFIA > Reportage > Il declino dell'agricoltura
L'abbandono dell'agricotura riflette un trend dell'immediato dopoguerra italiano. Secondo l’ISTAT, dagli anni ’70 del secolo scorso ad oggi l’Italia ha perso una superficie agricola (Superficie Agricola Utilizzata – SAU) pari a Liguria, Lombardia ed Emilia Romagna messe insieme. Perché?
E cosa ne è del territorio sottratto all’agricoltura? 
Lo spopolamento delle campagne ha dato vita a migliaia di paesi fantasma. 

Il mercato agricolo, attraverso lo sviluppo tecnologico, lo zelo legislativo e la neccessità di campi più accessibili, ha trasformato il metodo tradizionale di coltivazione.
In molte zone questo ha portato a un completo declino di manodopera e le aree agricole marginali sono state abbandonate.

Questo trend è molto marcato nelle zone collinari e nelle comunità montane ne è un esmpio l'alta Val di Vara e la Lunigiana. L'impatto socio economico di questi cambiamenti è stato ben documentato. Meno si sa delle implicazioni a livello ambientale.